Tempo Libero

Sport e Tempo Libero

Il numero di persone che pratica uno o più sport nel nostro paese è in costante aumento e si è quasi raddoppiato negli ultimi trent’anni. Sono ormai più di 20 milioni gli uomini e le donne che dichiarano di praticare abitualmente uno sport.
Se una volta il calcio era la disciplina più praticata, oggi sono molti gli sport ai quali gli italiani si dedicano con costanza e beneficio: ciclismo, escursioni, aerobica… sono praticati da milioni di appassionati.
A questa vera e propria escalation hanno senz’altro contribuito la nascita di nuove discipline che hanno letteralmente “stregato” gli sportivi di ogni parte del mondo.

Le maratone podistiche sono state il primo evento sportivo di massa di grande successo: le strade di New York, Milano, Londra, Boston, e Parigi sono invase ogni anno da migliaia di runner che affrontano i quarantadue chilometri di sudore e fatica per regalarsi un'emozione immensa e indimenticabile: tagliare il traguardo.
Analogo successo stanno riscuotendo le “Mountain Bike Marathon”.

La Hero Südtirol Dolomites, la gara di mountain bike più dura al mondo, che si svolge intorno al maestoso gruppo Sella, attrae più di 4.000 di ciclo-amatori. Una particolarità degli “Heroes” (i partecipanti alla gara) è che sono degli “sportivi trasversali”: il 55% di loro usa abitualmente la bici da strada, il 30% ama gli sport invernali e il 25% è solito praticare running.
Per non parlare poi degli eventi tradizionali come la Marcialonga o il nuovo fenomeno degli “snowboarders” o più semplicemente ai milioni di italiani che affollano le palestre durante la settimana e si dedicano nel weekend allo sport preferito.
Sport è sinonimo di fitness e le persone investono sempre più tempo e attenzione al loro benessere psico-fisico.

Tutto questo è senz'altro positivo, non si può però non sottolineare come questo incremento dell’attività fisica abbia portato uomini e donne, di qualsiasi età, ad affrontare sforzi fisici importanti, molte volte non adeguatamente supportati da un piano di allenamento ottimizzato.
Stiamo parlano di centinaia di persone che a volte raggiungono livelli di prestazione prossimi all’attività dilettantistica vera e propria, pur non potendo contare su quell’organizzazione che caratterizza quest’ultima.

Molteplici possono essere i fattori di rischio derivanti dal praticare un’attività motoria: l’età, il rischio cardio-circolatorio, la “pericolosità” dell’attività stessa ecc.
Si stima che il 60% degli infortuni accada nel tempo libero e i fattori sono i più variegati:

    • Il fatto che le persone svolgono più attività sportive e ricreative nel tempo libero
    • La mancanza di preparazione adeguata all’attività sportiva
    • L’utilizzo di equipaggiamenti non idonei
    • La scarsa conoscenza dei propri limiti.  

E’ quindi estremamente importante che queste persone possano coprirsi da eventuali incidenti indesiderati.
Molti di loro nella vita sono professionisti, impiegati, genitori; è fondamentale che la cultura della copertura assicurativa arrivi anche, e forse dobbiamo dire sopratutto, a questo genere di sportivi.
Quello del “free-time” è diventato un vero movimento sportivo a tutti gli effetti e come tale necessita di tutele, anche se non praticato in forma agonistica.
Private Broking fa della copertura assicurativa applicata allo Sport, la sua mission. Da sempre segue con attenzione l’evolversi dello sport nel tempo libero ed ha maturato uno specifico expertise per consentire agli appassionati di ogni età di poter praticare lo sport preferito in assoluta sicurezza.

Pratichi uno sport nelTempo Libero? Chiedi un consulto da parte di un un nostro specialista, troverai le risposte ai tuoi dubbi e alle tue esigenze.

CONTACT FORM